Chiamaci al numero +39 3460963052

fiaip padova

Fiaip: il deposito prezzo dal Notaio diventa volontario

Fiaip: il deposito prezzo dal Notaio diventa volontario

23 luglio 2015 in Blog

Scongiurato un aggravio dei costi per i trasferimenti immobiliari

 

E’ in arrivo una rivoluzione per le norme sul deposito del Prezzo presso il Notaio. I due relatori del disegno di legge sulla concorrenza Andrea Martella (Pd) e Silvia Fregolent (Pd) hanno presentato un pacchetto di emendamenti in cui è contenuta una nuova formulazione della disciplina sul deposito del prezzo.

Viene meno, infatti, l’obbligo per l’acquirente  – che si riduce a mera facoltà di almeno una delle parti – di versare il corrispettivo della compravendita nel conto corrente appositamente acceso dal notaio.

Fiaip esprime soddisfazione per quanto proposto in queste ore dall’On. Andrea Martella e dall’On. Silvia Fregolent, poiché darebbe la possibilità alle parti contraenti  di scegliere come gestire la propria compravendita immobiliare dal notaio.

La modifica della norma sul deposito prezzo va nella giusta direzione, che è quella di semplificare e ridurre i costi dei trasferimenti immobiliari. La Federazione Italiana degli Agenti Immobiliari Professionali aveva richiesto a più riprese l’abolizione della norma, presentando peraltro, in diverse audizioni, un parere di incostituzionalità.

“A più riprese – sottolinea il Presidente Nazionale Fiaip Paolo Righi – avevamo chiesto l’abolizione della legge, ma questa nuova formulazione , che lascia ai cittadini la possibilità o meno di usufruire del deposito prezzo al Notaio, ci trova in completo accordo con i relatori e con il Governo. Si tratta di proposte di modifica che impediscono il rallentamento delle compravendite immobiliari, che l’impostazione originale della disciplina avrebbe, al contrario, causato.”

 

Roma, 22 luglio 2015

Fonte: Ufficio Stampa

Agenti immobiliari, stop all’obbligo di comunicare la Pec alle Entrate

Agenti immobiliari, stop all’obbligo di comunicare la Pec alle Entrate

19 ottobre 2014 in Blog

Gli agenti immobiliari non devono più comunicare il proprio indirizzo i posta certificata entro il 31 ottobre. Lo dice la Risoluzione 88/E del 14 ottobre 2014 della Direzione Centrale Accertamento dell’Agenzia Entrate (in allegato), che sospende questo obbligo per tutti i soggetti indicati nel decreto legislativo sull’antiriciclaggio.

Adempimenti più leggeri, quindi, per gli iscritti all’albo degli agenti immobiliari, che in passato hanno lamentato ritardi a causa del sistema poco fluido messo a punto dalla stessa Agenzia delle Entrate per tali comunicazioni. In compenso, l’Agenzia delle Entrate attingerà direttamente dai registri pubblici le informazioni che le servono.

Soddisfatta la consulta FIMAA-FIAIP-ANAMA, che commenta: “L’Agenzia delle Entrate ha accolto la nostra istanza di acquisizione degli indirizzi Pec direttamente dai registri pubblici, semplificando e alleggerendo gli adempimenti per i professionisti dell’intermediazione immobiliare interessati dalle nuove regole per il contrasto al riciclaggio e agli illeciti internazionali”.

no  enasarco

no enasarco

30 giugno 2014 in Blog

14825_780984495279240_323587179085947419_n

prossimo importante incontro

prossimo importante incontro

20 giugno 2014 in Blog

iscrizione gratuita

invito al digitalre pd

 

© Copyright 2014