Chiamaci al numero +39 3460963052

immobili

Agenzie immobiliari in banca: ci prova anche Veneto Banca

Agenzie immobiliari in banca: ci prova anche Veneto Banca

21 ottobre 2015 in Blog

Un quarto istituto di credito decide di allargare il raggio d’azione all’intermediazione immobiliare. 

  
Non solo mutui o prodotti finanziari legati all’acquisto della casa, quindi, ma vere e proprie agenzie immobiliari in filiale. 

  
La ricetta è simile a quella di altri due colossi bancari – Unicredit e Intesa Sanpaolo che si sono dotate nel giro di poco più di un anno di divisioni Casa create ad hoc – e di una realtà più piccola come Cassa di Risparmio di Bolzano ed è contenuta nel nuovo piano industriale 2015 – 2020 di Veneto Banca, in cui si legge che l’istituto del Nord Est – che sta tentando il il risanamento dei conti e il rilancio – avvierà una nuova iniziativa commerciale nell’ambito dell’intermediazione immobiliare, che opererà in stretta sinergia con la rete di filiali e le nuove tecnologie (sito web e app) e veicolerà servizi di intermediazione, di valorizzazione del patrimonio immobiliare e di supporto a tutto il ciclo di vita di un investimento immobiliare (acquisto, ristrutturazione, riqualificazione, adeguamenti, valutazioni per la vendita, home staging, certificazioni, vendita). 

  
Il programma prevede inoltre la nascita di una start up dedicata ai servizi di valorizzazione del patrimonio immobiliare, accanto ad interventi più sostanziali sulla struttura della banca che includono nel piano la trasformazione in società per azioni, l’aumento di capitale e la quotazione in Borsa. 

  
Cinque le linee guida  macro dettate per i prossimi cinque anni: incremento dei ricavi; miglioramento strutturale del rischio di credito; aumento dell’efficienza della macchina operativa; azioni straordinarie (disinvestimenti e razionalizzazione della struttura del Gruppo) e adeguamento alla nuova architettura di Vigilanza europea. 
Il ritorno all’utile è previsto già a partire dal 2016, con un risultato netto per il 2020 di 240 milioni di euro, il raggiungimento di un ROTE al 7% e un CET1 ratio al 15,7%. 

Fiaip news – 15 novembre

Fiaip news – 15 novembre

28 novembre 2014 in Blog

Mensile di aggiornamento e approfondimento in materia di
immobili, ambiente, edilizia e urbanistica
N.15 – Novembre 2014

Sommario
NEWS
Ambiente, edilizia e urbanistica, immobili

RASSEGNA DI NORMATIVA
Leggi, decreti, circolari: sintesi e classificazione

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA
Ambiente, edilizia e urbanistica, immobili

APPROFONDIMENTI
Attestato Prestazione Energetica
PER LA PAGELLA ENERGETICA I CALCOLI SONO PIU’ SEVERI
L’attestato di prestazione energetica (Ape) resta l’eterno incompiuto. A quasi un anno e mezzo dalla legge n. 90 del 3 agosto 2013, mancano ancora i decreti di attuazione con i nuovi limiti da rispettare nel rilascio della targa di efficienza di case, singoli appartamenti, uffici. Mentre a inizio ottobre è stato aggiornato il metodo di calcolo che permette di rilevare i diversi parametri di efficienza in un fabbricato.

Silvio Rezzonico, Maria Chiara Voci, Il Sole 24 ORE – Norme e Tributi, 27 ottobre 2014

Attestato Prestazione Energetica
CONTROLLI “RISCRITTI” DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI
A quasi un anno di distanza dal decreto “destinazione Italia”, sta per arrivare al traguardo la norma che corregge i meccanismi di controllo sulla presenza dell’attestato di prestazione energetica (Ape), così come delineati dalla normativa nazionale.

Il Sole 24 ORE – Norme e Tributi, 27 ottobre 2014

Rent to buy
CONTRATTO DI “RENT TO BUY” – DISCIPLINA FISCALE – CHIARIMENTI DELLA NORMA DI COMPORTAMENTO AIDC 191
Con l’art. 23, D.L. 12.9.2014, n. 133, pubblicato sulla G.U. 12.9.2014 e in attesa di conversione, il Legislatore ha dato disciplina al contratto di rent to buy. A mezzo di tale contratto, soggetto a trascrizione nei pubblici registri, il concedente dà in godimento un bene immobile al conduttore, il quale ha il diritto di acquistarlo entro un determinato termine imputando al corrispettivo del trasferimento la quota parte di canone indicata nel contratto.

Emanuele Rossi, Il Sole 24 ORE – La Settimana Fiscale, 5 novembre 2014

Mensile di aggiornamento e approfondimento in materia di immobili, ambiente, edilizia e urbanistica N.14 – Ottobre 2014

Mensile di aggiornamento e approfondimento in materia di immobili, ambiente, edilizia e urbanistica N.14 – Ottobre 2014

1 novembre 2014 in Blog

Mensile di aggiornamento e approfondimento in materia di
immobili, ambiente, edilizia e urbanistica
N.14 – Ottobre 2014

NEWS
Ambiente, edilizia e urbanistica, immobili

RASSEGNA DI NORMATIVA
Leggi, decreti, circolari: sintesi e classificazione

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA
Ambiente, edilizia e urbanistica, immobili

APPROFONDIMENTI
Compravendita immobiliare
COMPRAVENDITA IMMOBILIARE. PER CONCLUDERE IL CONTRATTO E’ NECESSARIA LA MANIFESTAZIONE DI VOLONTA’
Nella compravendita immobiliare, la manifestazione scritta della volontà di uno dei contraenti non può essere sostituita da una dichiarazione confessoria resa dall’altra parte, non valendo tale dichiarazione né quale elemento integrante il contratto, né – quand’anche contenga il preciso riferimento ad un contratto concluso per iscritto – come prova del medesimo.

Giuseppe Donato Nuzzo, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 19 settembre 2014

Condominio e amministrazione
LA FORMAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI: LE NUOVE REGOLE
Il decreto legge 23 dicembre 2013 n.145 noto come decreto destinazione Italia convertito in legge n. 9/2013 ha demandato al ministero della Giustizia l’emanazione di un regolamento attuativo, che è stato pubblicato il 24/9 u.s. e che contiene la concreta regolamentazione per lungo tempo attesa dei requisiti professionali degli amministratori di condominio.

Vincenzo Nasini, Il Sole 24 ORE – Tecnci24, 30 settembre 2014

Immobili e impianti
IMPIANTI “FUORI NORMA”, IL ROGITO RIMANE VALIDO
Gli obblighi sulla certificazione energetica degli edifici hanno guidato, in questi ultimi anni, a una maggior attenzione verso il tema della conformità degli impianti alle norme di sicurezza. «Un corollario importante: acquirenti e venditori sono molto più consapevoli e il discorso dell’impiantistica, prima più spesso sottovalutato, viene ora tenuto in gran conto – spiega Piercarlo Mattea, del Consiglio Notarile di Milano –. A differenza dell’Ace (l’Attestato di certificazione energetica che individua la classe di appartenenza dell’immobile, dalla A alla G a seconda dei consumi, ndr) la cui menzione è obbligatoria, non c’è legge che imponga di dar atto di tale conformità nel contratto di compravendita.

Emiliano Sgambato, Dario Aquaro, Il Sole 24 ORE – Norme e tributi, 2 ottobre 2014

 

MLS

MLS

2 luglio 2014 in Blog

Roma, 1 lug. – Con il mercato del mattone ancora in difficoltà – solo pochi giorni fa l’Istat ha dato notizia di un trend sulle compravendite in ripresa anche se lenta – è necessario un approccio nuovo alla professione di agente immobiliare. Un nuovo approccio che arirva soprattutto grazie al consolidarsi dei sistemi Multiple listing service (Mls), strumento ormai indispensabile per gli operatori  del reale estate. E’ quanto è emerso dal convegno “Il cliente nell’era 2.0 dell’immobiliare” organizzato da FiaipMls REplat e Fimaa Salerno.

“Oggi  bisogna metabolizzare la natura trasversale dell’agenzia immobiliare, strutturarsi in modo da sfruttarne tutte le potenzialità”,  ha detto nel suo intervento il presidente di FrimmRoberto Barbato. “Bisogna considerare innanzitutto i colleghi agenti come propri venditori. Anche se l’Mls consente collaborazioni a grandi distanze, è importante partire dal proprio microcosmo: conosciamo i colleghi a noi più vicini e capiamo qual è la loro offerta di immobili. Dobbiamo pensare agli immobili acquisiti dai colleghi come a immobili della nostra agenzia, e viceversa”.

Al presidente Barbato ha fatto eco il presidente nazionale di FiaipPaolo Righi: “Quando tra 15 anni, l’Italia avrà superato il digital divide, il cliente verrà in agenzia solo se troverà gli agenti sul web. È necessario prendere coscienza del fatto che gli agenti immobiliari possono soddisfare una moltitudine di servizi online per il loro clienti, clienti che devono essere sempre al centro di una professionalità irreprensibile: solo così una compravendita può avere successo. L’Mls è un sistema, ma soprattutto una modalità operativa, un modo di pensare. In più, con l’aumento della mobilità delle persone in Italia, l’Mls è ancor più indispensabile. Senza contare l’estero: basti pensare ai 75 mila immobili comprati all’estero da italiani nel 2013. Dunque, riprendiamoci il mercato. Facciamo squadra, sentiamoci colleghi. Scommettiamo tutti sull’Mls e sulla collaborazione fra agenti, e facciamo il salto di qualità che ci meritiamo”.

– See more at: http://www.cercacasanews.it/attualita/notizie/dallmls-parte-la-professione-di-agente-immobiliare-2-0#sthash.6Wlzwa5v.dpuf

10446157_783482241696132_6275999007177186836_o

© Copyright 2014