Chiamaci al numero +39 3460963052

real estate

MIAMI- Why Here? Why Now?

MIAMI- Why Here? Why Now?

4 giugno 2015 in Blog

In recent years the property market has seen a boom in international transactions, thanks in no small part to simplified technology and an increasingly diversified market. The nature of searching for a solid investment offshore means there are many factors to consider. Where are the best places to buy, and why? Is your client after a holiday destination, a working space for business trips, or simply a solid investment with a steady yield?

Each month, we’ll interview an industry professional from somewhere in the world to give you the low-down on their city and the things you need to know.

For our first issue Teresa Kinney, CEO of Miami Association or Realtors, shares with us her top reasons for investing in the ‘Sun and Fun’ capital of the world.

Tell us a bit about Miami:

Miami is one of the leading global cities worldwide and continues to attract new residents, vacation, second home and international buyers and investors.  It is also one of the top ten destinations for high net worth individuals and for international business and banking.

Why do you think it is so popular among business and individuals alike?

Miami’s unique location and amenities offer a lifestyle like no other – including great weather, exciting events, major shopping venues, access to a wide array of international cuisine, sports of all kinds, walkable cities, clean air and expanding global arts and entertainment. Non-stop flights to 150 destinations keep Miami connected to the world.

What does the future look like for Miami?

Miami enjoys a strong and diverse economy and strategic location that is supported by an emerging technological industry, a $2 billion port infrastructure upgrade, $9.5 billion in airport upgrades along with billions in highway and passenger train expansions. The local market has experienced four consecutive record sales years, along with price increases consistently since 2011. Despite this, prices remain what they were 11 years ago, making Miami more affordable than most major cities worldwide.

What do you love about Miami?

Everything! Miami is an exciting city that welcomes everyone – all cultures, languages, and lifestyles. It is the most international city in the U.S. and one of the most amazing in the world.

– See more at: http://info.investorist.com/miami-now/#sthash.YwOYflQs.dpuf

Teresa-King-Kinney-PRINT-389x584

http://info.investorist.com/miami-now/

Al Mapic di Cannes Monitorimmobiliare e Repubblica promuovono il Real Estate italiano

Al Mapic di Cannes Monitorimmobiliare e Repubblica promuovono il Real Estate italiano

8 ottobre 2014 in Blog

2014631330574853_monitoriaf

Per la prima volta Monitorimmobiliare e Repubblica Affari & Finanza a novembre si presenteranno al Mapic di Cannes insieme per promuovere il real estate italiano.

Il magazine di Monitorimmobiliare Review, come di consueto realizzato in italiano e inglese, quest’anno sarà distribuito insieme al numero di Affari & Finanza che si occuperà nella sezione Rapporti del retail italiano.
Una distribuzione in abbinata che rende ancora più visibile verso gli operatori internazionali il settore immobiliare italiano.

La tiratura sarà di 5.000 copie cartacee, oltre a 30.000 copie digitali scaricabili online.

E come tradizione, gratuitamente per raggiungere il maggior numero di operatori qualificati.

Per maggiori informazioni: info@monitorimmobiliare.it

Dove vanno gli investitori del real estate

Dove vanno gli investitori del real estate

21 settembre 2014 in Blog

Questa la premessa: dopo anni di vacche magre, il mattone è tornato ad essere una opportunità da tenere d’occhio.

Poco in Italia, molto di più in altre parti d’Europa e del mondo.

Ad aver bisogno di una bussola sono i capitali internazionali che prendono in esame uffici, centri commerciali, parchi logistici.

Tutto quello che in prima battuta va sotto l’ombrello di commercial, insomma, ma che valuta anche il residenziale.

A tracciare la mappa del cosa e del dove è un report Credit Suisse, con focus su Europa (Svizzera inclusa), Nord America e Asia, che fissa anche il sentiment a breve termine (6-12 mesi).

In testa alle preferenze c’è e rimane ben saldo il mercato britannico.

Archiviato il referendum per l’indipendenza della Scozia e malgrado gli eccessi del segmento residenziale, il real estate Oltremanica convince.

Sia che di tratti di una scelta Core, Core+, Value-add e Opportunistic, le previsioni per i prossimi 6-12 mesi mettono il segno “+” su tutto i segmenti, dagli uffici al retail, alle case.

Promozione a pieni voti anche per Stati Uniti e Germania.

Nel limbo l’Italia, con un giudizio su tutti i fronti “neutral” (che condivide con piazze certamente più dinamiche della nostra, vedi Cina, Singapore, Honk Kong, India, ora di fronte ad un bivio).

Meglio di noi stanno facendo la Spagna che prova a mettersi alle spalle la crisi degli ultimi anni e il rinato Giappone, reduce da un decennio buono di recessione.

Per entrambi non a caso le promozione arriva sugli uffici, ovvero dal barometro che segna bel tempo quando l’economia inizia a girare.

Cambia il vento anche per la Svizzera: dopo l’uscita degli ultimi dati sul prodotto interno lordo che danno la Confederazione elvetica a crescita zero, gli analisti Credit Suisse hanno messo cartellino verde solo per il mercato residenziale, bolla immobiliare permettendo.

Opisas al Consiglio nazionale Fiaip per la promozione d’immobili esteri

11 luglio 2014 in Blog

Siglati nell’occasione numerosi contratti di collaborazione con gli agenti immobiliari della Federazione

Roma, 2 lug. – Durante due giorni di intensa attività del Consiglio nazionale Fiaip (Federazione agenti immobiliari professionali)Opisas, società internazionale specializzata nella vendita e negli investimenti immobiliari all’estero, ha partecipato con un suo info-desk. L’ intento è stato quello di fornire a tutti gli associati interessati ogni informazione riguardante le opportunità offerte dall’accordo nazionale siglato con Fiaip. Obiettivo raggiunto, considerato il numero di contratti di collaborazione firmati dai partecipanti.

Gli accordi stipulati dagli  agenti immobiliari associati Fiaip con Opisas non hanno alcun carattere di vincolo economico o legale, ma offrono loro la possibilità di iniziare l’attività di promozione e vendita degli immobili da investimento che Opisas propone. In molti hanno colto in  questa offerta un’ottima opportunità  per diversificare il proprio business ed ampliare il portafoglio-immobili con soluzioni affidabili e redditizie.

L’interesse è stato ancor più catalizzato dall’intervento dell’amministratore di Opisas, Christian Calusa, che all’apertura dei lavori di venerdì mattina ha spiegato che “il trend in costante aumento del mercato immobiliare negli Stati Uniti rispetto al crollo del 2008 è solo una delle motivazioni che rendono questo Paese un bacino d’interessanti investimenti immobiliari. Un cambio euro-dollaro particolarmente favorevole e soprattutto una legislazione fortemente garantista della proprietà rendono gli acquisti immobiliari negli Usa sicuri e vantaggiosi”.

L’intervento si è poi concluso con i doversi ringraziamenti da parte di Opisas a  Fiaip per “l’ottima organizzazione e a tutti partecipanti per l’ attenzione e l’interessamento”.

– See more at: http://www.cercacasanews.it/lagente-immobiliare/opisas-al-consiglio-nazionale-fiaip-per-la-promozione-dimmobili-esteri#sthash.M4hfsZKJ.dpuf

 

MLS

MLS

2 luglio 2014 in Blog

Roma, 1 lug. – Con il mercato del mattone ancora in difficoltà – solo pochi giorni fa l’Istat ha dato notizia di un trend sulle compravendite in ripresa anche se lenta – è necessario un approccio nuovo alla professione di agente immobiliare. Un nuovo approccio che arirva soprattutto grazie al consolidarsi dei sistemi Multiple listing service (Mls), strumento ormai indispensabile per gli operatori  del reale estate. E’ quanto è emerso dal convegno “Il cliente nell’era 2.0 dell’immobiliare” organizzato da FiaipMls REplat e Fimaa Salerno.

“Oggi  bisogna metabolizzare la natura trasversale dell’agenzia immobiliare, strutturarsi in modo da sfruttarne tutte le potenzialità”,  ha detto nel suo intervento il presidente di FrimmRoberto Barbato. “Bisogna considerare innanzitutto i colleghi agenti come propri venditori. Anche se l’Mls consente collaborazioni a grandi distanze, è importante partire dal proprio microcosmo: conosciamo i colleghi a noi più vicini e capiamo qual è la loro offerta di immobili. Dobbiamo pensare agli immobili acquisiti dai colleghi come a immobili della nostra agenzia, e viceversa”.

Al presidente Barbato ha fatto eco il presidente nazionale di FiaipPaolo Righi: “Quando tra 15 anni, l’Italia avrà superato il digital divide, il cliente verrà in agenzia solo se troverà gli agenti sul web. È necessario prendere coscienza del fatto che gli agenti immobiliari possono soddisfare una moltitudine di servizi online per il loro clienti, clienti che devono essere sempre al centro di una professionalità irreprensibile: solo così una compravendita può avere successo. L’Mls è un sistema, ma soprattutto una modalità operativa, un modo di pensare. In più, con l’aumento della mobilità delle persone in Italia, l’Mls è ancor più indispensabile. Senza contare l’estero: basti pensare ai 75 mila immobili comprati all’estero da italiani nel 2013. Dunque, riprendiamoci il mercato. Facciamo squadra, sentiamoci colleghi. Scommettiamo tutti sull’Mls e sulla collaborazione fra agenti, e facciamo il salto di qualità che ci meritiamo”.

– See more at: http://www.cercacasanews.it/attualita/notizie/dallmls-parte-la-professione-di-agente-immobiliare-2-0#sthash.6Wlzwa5v.dpuf

10446157_783482241696132_6275999007177186836_o

© Copyright 2014